5 terrazze spettacolari in Val d’Ossola

Vi accompagniamo in cinque punti straordinari, cinque terrazze naturali, cinque postazioni “in vetta” dove i panorami lasciano senza fiato. Luoghi scelti affinché tutti voi possiate visitarne almeno uno durante la vostra vacanza in Val d’Ossola.

  1. Sacro Monte Calvario – Domodossola
    Patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO, il Sacro Monte Calvario di Domodossola merita una visita approfondita per innumerevoli motivi. La terrazza panoramica del grande parco è uno di questi: da qui lo sguardo spazia sulla città di Domodossola e sulla corona di montagne che la circondano. Un vero e proprio belvedere, raggiungibile dal capoluogo ossolano: a piedi, lungo la suggestiva Via Crucis, oppure in auto e poi con una brevissima passeggiata all’interno di questo luogo di pace e spiritualità.
  2. La Cascata del Toce – Formazza (Valle Formazza)
    Un fantastico punto d’osservazione nell’alta Val d’Ossola, adatto solo a chi… non soffre di vertigini!
    Una passerella in legno vi condurrà letteralmente sospesi al di sopra della Cascata del Toce, la più poderosa delle Alpi. La visione sarà incredibile: tanto in estate (la Cascata del Toce è al massimo della portata d’acqua solo in periodi limitati, cliccate qui per i dettagli), quanto in inverno, con la roccia trasformata in una parete di ghiaccio e i panorami innevati della Valle Formazza di fronte a voi. La Cascata del Toce è raggiungibile anche in auto: comodo e ampio il parcheggio nei pressi dello storico omonimo albergo.
  3. L’Alpe Vercio – Mergozzo (Bassa Ossola)
    L’Alpe Vercio è una delle balconate più panoramiche della Bassa Ossola. L’affaccio sui laghi dell’alto Piemonte (il piccolo Lago di Mergozzo, a sud, il Lago Maggiore poco oltre e il Lago d’Orta, più a ovest) offre una visione stupenda, in ogni stagione. L’alpeggio, costellato di caratteristiche baite in pietra e impreziosito dal piccolo Oratorio della Beata Vergine delle Grazie, è raggiungibile a piedi da Bracchio, frazione di Mergozzo, oppure, per i meno allenati, dall’Alpe Ompio, sulle alture di Verbania.
  4. Il Passo del Monte Moro – Macugnaga (Valle Anzasca)
    Una statua raffigurante la Madonna delle Nevi ricoperta di piccole foglie d’oro, un paesaggio straordinario e la vista sulla parete himalayana del Monte Rosa: la quarta terrazza che VisitOssola consiglia è il Monte Moro, a quasi 3.000 metri di altitudine.
    Raggiungibile comodamente con la funivia che parte da Macugnaga, oppure a piedi lungo una porzione della splendida Via Storica che congiunge Italia e Svizzera, il Monte Moro regala scorci mozzafiato in ogni stagione dell’anno ed è parte del comprensorio sciistico di Macugnaga-Monte Rosa.
  5. La Cima della Laurasca – Malesco (Valle Vigezzo)
    L’ultimo “balcone” è anche il più difficile da raggiungere: è adatto solo per i più allenati, ma lo spettacolo mozzafiato che la Cima della Laurasca può regalare in una limpida giornata d’estate o in una tersa alba invernale ripagherà ogni fatica. Siamo nel Parco Nazionale della Val Grande, l’area wilderness più vasta d’Europa: la meta è raggiungibile grazie a un’escursione di circa 3h e 30′ (solo andata) partendo dalla Val Loana. Il panorama straordinario di cui si gode dalla cima spazia dal Monte Rosa al Lago Maggiore e unito al silenzio surreale di quest’area protetta non lascia dubbi: la salita alla Laurasca è un’esperienza da vivere.
Ideale per
Tutti
Scoprirai
Gli imperdibili
Natura
Sport
Tesori nascosti
Ideale per
Tutti
Scoprirai
Gli imperdibili
Natura
Sport
Tesori nascosti
IAT di Domodossola
Piazza Matteotti
28845 Domodossola (VB)
Vedi mappa

Potrebbe interessarti anche...