Incanto e disincanto. La forza delle idee
Periodo
19/06/2021-31/12/2021

Incanto e disincanto. La forza delle idee

A cura di Antonio D’Amico

Fino al 31 dicembre 2021

Grazie alla collaborazione con la Diocesi di Novara e alcune collezioni private, tra le navate della chiesa-museo, il visitatore sarà accolto fino al 31 dicembre da un’esposizione temporanea divisa in tre sezioni che punta a dare risalto alla storia del Palazzo, dall’origine francescana alla creazione dei musei, con un excursus sulla ritrattistica del fondatore e di altri protagonisti e con un Focus su San Francesco d’Assisi, dove l’assoluto protagonista è il San Francesco riceve le stimmate di Guercino, la grande pala d’altare custodita presso la Cattedrale di Novara.

Come sottolinea Antonio D’Amico, direttore dei Musei Civici di Domodossola e curatore della mostra, “entrando nei musei civici di Palazzo San Francesco si respira la forza delle idee, sviluppate da uomini che hanno creduto nei valori dell’arte e dell’educazione. Palazzo San Francesco si nutre dell’incanto che poi diventa vita vissuta. Questa è la testimonianza di San Francesco che, innamorato di Cristo, lascia tutto per immergersi nella semplicità e nella bellezza con povertà e umiltà, rivoluzionando però la cultura del Medioevo e creando uno degli ordini religiosi più importanti al mondo. Questo fa Gian Giacomo Galletti che, consapevole di aver raccolto un ingente patrimonio, pensa ai giovani, al loro futuro e crea una fondazione che poi ha saputo far nascere una realtà che oggi rivive”.

Non solo Guercino, ma anche Tanzio da Varallo, Federico Barocci, Bartolomeo Passerotti, il francese Charles Mellin e Ceranino saranno i protagonisti del racconto suggestivo dell’iconografia di Francesco d’Assisi.

Inoltre un video accoglie i visitatori all’ingresso raccontando la storia del Palazzo e delle collezioni, realizzato grazie al fondamentale sostegno della fondazione Ruminelli.

Potrebbe interessarti anche...