I frutti e le erbe della Val d’Ossola

L’asso nella manica della frutticoltura ossolana sono le mele: questa coltura è diffusa oggi in quasi tutte le valli dell’Ossola e numerose e profumate varietà maturano in estate o in autunno sui pendii assolati a quote collinari (la Sagra MeleMiele di Baceno e la Mostra Pomologica Ossolana di Domodossola sono strettamente legate a queste piccole produzioni di qualità).

E che dire delle castagne, vero e proprio “pane” per le genti alpine: anche in Val d’Ossola questa preziosa pianta ha consentito la sopravvivenza di intere generazioni nei lunghi e freddi inverni.
Dalle castagne si ricavava farina per il pane, si realizzavano zuppe con il latte, diventavano piatto unico con la bollitura in acqua o ancora, cotte sulle braci, si trasformavano in gustose caldarroste.
La raccolta delle castagne – e dei funghi, altri protagonisti eccellenti tra i prodotti tipici di queste terre, la cui ricerca è regolamentata dagli enti locali e che vengono celebrati all’annuale Sagra del Fungo di Trontano – è oggi anche motivo di richiamo turistico: la ricerca dei frutti del sottobosco, infatti, è infatti una delle più coinvolgenti  esperienze da vivere nella stagione del foliage in Val d’Ossola!

Non mancano poi le erbe officinali e le colture di piccoli frutti, come fragole, lamponi, mirtilli (da non perdere la Sagra del Mirtillo, ospitata ogni anno in Valle Bognanco) e more. Oltre ad essere prodotti dalle aziende locali componenti l’Associazione BLU FRUTTI, crescono anche selvatici e profumati nei boschi e nelle vallate ossolane: piccole aziende agricole producono anche squisite confetture, dolce ricordo di una vacanza in Val d’Ossola.

Ideale per
Coppie
Famiglie con bambini
Tutti
Scoprirai
Natura
Prodotti tipici e shopping
Vita contadina
Ideale per
Coppie
Famiglie con bambini
Tutti
Scoprirai
Natura
Prodotti tipici e shopping
Vita contadina
IAT di Domodossola
Piazza Matteotti 28845 Domodossola (VB) Vedi mappa

Potrebbe interessarti anche...