Trekking – Via Stockalper (Stockalperweg)
Difficoltà
Difficile
Periodo
Primavera / Estate / Autunno


Briga, nel Canton Vallese, è collegata alla Val d’Ossola attraverso la Via Stockalper, uno dei dodici itinerari culturali di interesse nazionale della Svizzera sulle tracce della via commerciale realizzata dal Barone Kaspar Jodok Stockalper.
Sono in realtà due i percorsi intitolati al grande uomo d’affari, imprenditore e politico vallesano del XVII secolo: entrambi partono da Briga, ma, una volta raggiunta la località di Gondo, il primo porta al cuore dell’Ossola attraverso la Valle Bognanco, mentre il secondo (recentemente valorizzato tramite il progetto Interreg V – A Italia Svizzera 2014-2020, Progetto TVA – Il Trenino Verde delle Alpi motore della mobilità ecologica tra l’Ossola e il Vallese) si snoda lungo i sentieri e le mulattiere che attraversano la Valle Dive

Descrizione

Stockalper, riammodernando l’antica via del sale che aveva come snodo il Passo del Sempione, avviò un’importante rete commerciale tra Italia e Francia: oggi questo percorso è un’attrazione turistica sostenibile in grado di far scoprire un territorio ricco di testimonianze storiche e naturalistiche.

La Via Stockalper che percorre la Valle Divedro si identifica con il percorso originario, ma la costruzione di importanti infrastrutture, tra cui la Ferrovia e il tunnel del Sempione, insieme a pesanti conseguenze di frane e alluvioni, ha portato alla distruzione di alcuni tratti della via storica, condannandola all’abbandono. Recentemente è stato avviato un importante processo di recupero e valorizzazione, che oggi consente di percorrere quasi interamente l’itinerario originale (la conclusione degli ultimi lavori di ripristino e valorizzazione, finanziati nell’ambito del progetto Interreg “Il Trenino Verde delle Alpi”, è prevista tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022).

Il percorso – già suddiviso in quattro tratte giornaliere – può partire da Domodossola o da Briga, ma in entrambi i casi il dislivello importante rende questa opzione adatta solo ad escursionisti esperti.

Vengono in aiuto i mezzi di trasporto ferroviario di BLS oppure il servizio del bus postale svizzero (al momento obbligatorio nel tratto tra Gondo e Iselle): si può così approfittare del comodo viaggio a bordo del Trenino Verde delle Alpi, con partenza da Domodossola e arrivo a Briga in poco più di 30 minuti. Da qui si può percorrere l’itinerario escursionistico dalla Svizzera all’Italia, con un dislivello in salita da Briga al Passo del Sempione di 1.610 metri.

Il Trenino Verde delle Alpi di BLS, con partenza da Briga o da Domodossola, prevede ad oggi due fermate nel territorio italiano: a Iselle (località di partenza della terza tappa della Via Stockalper) e Varzo (località di partenza della quarta tappa), dunque può anche essere utilizzato quale mezzo per limitare il dislivello del percorso con partenza da Domodossola. Un’altra opzione consigliata potrebbe essere dunque la percorrenza a bordo dei treni panoramici BLS della tratta da Domodossola a Varzo o a Iselle e scegliere poi una di queste località per completare l’itinerario che porta fino a Briga, in Canton Vallese. Da qui sarà possibile fare ritorno a Domodossola sempre a bordo dei treni BLS.

Un’ulteriore specifica importante riguarda il tratto fra Gondo (in territorio svizzero) e Iselle (Italia): questa porzione di sentiero non è ancora fruibile al 100%, dunque è obbligatorio coprire la distanza che separa le due località attraverso il servizio bus del postale svizzero. Il bus può risultare un mezzo d’aiuto anche per abbreviare e facilitare il percorso, ad es. raggiungendo il Passo del Sempione – punto più alto di tutta la Via Stockalper – da Briga o da Domodossola.

Info utili

DIFFICOLTÀ

Quale sia l’opzione scelta, la Via Stockalper si conferma comunque come percorso impegnativo e lungo, adatto dunque ad escursionisti con un buon allenamento e ottime capacità fisiche.

Di seguito i dettagli delle quattro porzioni di via storica, con partenza da Briga e arrivo a Domodossola.

Tappa 1: Briga – Passo del Sempione

  • Luogo di partenza: Briga 800 mslm, raggiungibile con il Trenino Verde delle Alpi da Domodossola, Varzo e Iselle
  • Itinerario: Briga, Lingwurm, Brei, Chumma, Schalberg, Grund, Taferna, Passo del Sempione
  • Lunghezza 13,6 km
  • Dislivello: 1610 m in salita, 250 m in discesa
  • Tempo di percorrenza: 5 h 50 da Briga al Passo del Sempione, 4 h 25 dal Passo del Sempione a Briga
  • Difficoltà: E (difficile solo per il dislivello importante)
  • Periodo consigliato: Giugno – Ottobre
  • Sentieri: seguire l’apposita segnaletica con frecce marroni e la dicitura Stockalperweg (segnavia n. 90),
  • Punti di interesse: Centro storico di Briga, Castello Stockalper a Briga, gola e mulattiera della Saltina, Valle di Taferna, Antico insediamento medioevale di Grund, Passo del Sempione, Percorso di Arte Contemporanea Geo Chavez

Tappa 2: Passo del Sempione – Gondo

  • Luogo di partenza: Passo del Sempione 2005 mslm, raggiungibile in bus con postale svizzero Linea Briga – Gondo – Domodossola (sia da Briga, sia da Domodossola)
  • Itinerario: Passo del Sempione (Vecchio Ospizio Stockalper), Nideralp, Chlusmatte, Engiloch, Maschihus, Egga, Simplon Dorf, Gabi, Alte Kaserme, Gondo
  • Lunghezza 18,7 km
  • Dislivello: 20 m in salita, 1220 m in discesa
  • Tempo di percorrenza: 4 h 40 dal Passo del Sempione a Gondo, 6 h 15 da Gondo al Passo del Sempione
  • Difficoltà: E
  • Periodo consigliato: Giugno – Ottobre
  • Sentieri: seguire l’apposita segnaletica con frecce marroni e la dicitura Stockalperweg (segnavia n. 90),
  • Note: Il percorso si snoda nel fondovalle costeggiando la strada cantonale. In corrispondenza di Alte Kaserme (museo della storia del trasporto lungo il Sempione) inizia un percorso suggestivo con passerelle metalliche e ponti aerei che oltrepassano la stretta delle Gole di Gondo.
  • Punti di interesse: Ospizio napoleonico, Vecchio ospizio Stockalper (Alter Spittel), ponti della Strada Napoleonica, centro storico di Simplon-Dorf ed Ecomuseo del Sempione, Gole di Gondo, Museo di Alte Kaserne, Forte di Gondo, Torre Stockalper a Gondo (albergo e museo dell’oro), percorso di arte contemporanea dedicato a Geo Chavez

Tappa 3: (Gondo) – Iselle – Trasquera – Varzo

  • Luogo di partenza: Iselle 675 mslm, raggiungibile a bordo del Trenino Verde delle Alpi di BLS oppure in bus con postale svizzero Linea Briga – Gondo – Domodossola
  • Itinerario: Iselle, Pianezza, Chiezzo, Trasquera, Chiesa Parrocchiale, Bertonio, Varzo centro.
  • Lunghezza 8,0 km
  • Dislivello: 450 m in salita, 550 m in discesa
  • Tempo di percorrenza: 3 h 25 da Iselle a Varzo, 3 h 25 da Varzo a Iselle
  • Difficoltà: E
  • Periodo consigliato: Aprile – Ottobre
  • Sentieri: F34 fino a Trasquera, poi F00
  • Note: A Varzo, presso la sede dell’Ente Parco Veglia Devero, un museo multimediale racconta la storia archeologica di queste valli e in particolare dei cacciatori mesolitici che 8000 anni fa frequentavano la conca dell’Alpe Veglia per cacciare.
  • Punti di interesse: resti della Caserma Napoleonica di Paglino, vista panoramica sui 4000 del Sempione da Trasquera, Chiesa parrocchiale di San Gervasio e Protasio a Trasquera, Ville e oratori delle frazioni di Varzo, Chiesa parrocchiale di San Giorgio a Varzo (con protiro donato da Stockalper in segno di gratitudine), Torre Medioevale di Varzo.

Tappa 4: Varzo - Domodossola

  • Luogo di partenza: Varzo 565 mslm, raggiungibile a bordo del Trenino Verde delle Alpi di BLS oppure in bus con postale svizzero Linea Briga – Gondo – Domodossola
  • Itinerario: Varzo centro, Cattagna, Altreggiolo, Riceno, Campaglia, Mognatta, Ponte sul Diveria, Ponte Nuovo, Passerella, Scarpia, Pinone, Borgo dell’Era, Crevoladossola Chiesa, Fabbrica, Ponte di Crevola, Bosco, Canei, Monte, Ardignaga, Mocogna, Castanedo, Domodossola centro, Domodossola Stazione FS
  • Lunghezza 18,5 km
  • Dislivello: 400 m in salita, 700 m in discesa
  • Tempo di percorrenza: 5 h 00 da Varzo a Domodossola, 5 h 10 da Domodossola a Varzo
  • Difficoltà: E
  • Periodo consigliato: Aprile – Novembre
  • Sentieri: F00 fino a Crevoladossola, A00a fino a Domodossola
  • Punti di interesse: Ville di Cattagna, Ponte Nuovo, Passerella e Ponte Napoleonico sul fiume Diveria, cave di mamo di Crevoladossola, Chiesa parrocchiale di Crevoladossola, architetttura rurale a Bosco e Canei, Torre di Ardignaga, centro storico di Domodossola
Evidenze storiche, artistiche e culturali
Evidenze naturalistiche
Ideale per
Tutti
Scoprirai
Natura
Sport
Guida alla lettura degli itinerari e info utili
Ideale per
Tutti
Scoprirai
Natura
Sport
Guida alla lettura degli itinerari e info utili
Scegli la tua
guida alpina
IAT di Domodossola
Piazza Matteotti (all’interno della stazione ferroviaria)
28845 Domodossola (VB)
Vedi mappa
Scegli il tuo
accompagnatore naturalistico o guida turistica

Potrebbe interessarti anche...